Al Diavolo il Moige!

by · gennaio 15, 2010

moigePer chi non lo sapesse, il Moige (Movimento Italiano Genitori) è un’associazione che si occupa di vigilare – tra le tante cose – sui programmi televisivi, per tutelare i minori. L’esempio lampante del finto moralismo che domina la nostra società. Abbiamo davvero bisogno di terzi per controllare i nostri figli, per proteggerli dalle “brutture” del mondo? Abbiamo davvero bisogno della censura quando basterebbe stare dietro alla nostra prole, magari vigilando sul telecomando?

A quanto pare sì.

Che il Moige sia una spina nel fianco è un dato di fatto. L’ultima presa in giro poi, non mi stupisce più di tanto. Angel credo sia tutto meno che diseducativo, ma per questa “associazione” è difficile da capire, visto che si sarà limitata ad analizzare una puntata random. Che poi, la censura serve davvero a qualcosa? Da piccolo io, se volevo, potevo vedere quello che desideravo. Mi bastava sgattaiolare nella camera di mio fratello per superare la vigilanza di mia madre. Non credo che le cose siano cambiate. Avvolgere i bambini in una sfera di vetro non serve a niente, presto o tardi quella sfera andrà in mille pezzi e forse sarà proprio il bambino a farsi male.

Perché quindi non stargli accanto e spiegargli le cose? E’ davvero necessario relegare piccole perle ad orari improponibili? Anni fa, quando ancora non avevo i “meravigliosi” DVD di Buffy, ero costretto ad aspettare l’1 di notte per vedere gli episodi su italia1. L’1 di notte, non le 22 o le 23. Immaginate quindi in che stato andavo a scuola il giorno dopo.

La politica del Moige può essere riassunta così: “Koda fratello orso” a reti unificate e un pizzico di Willy il Coyote, ma non troppo perché potrebbe risvegliare istinti suicidi nei bambini.

Assurdo.

Ci preoccupiamo così tanto di questo stupido canale comunicativo (neutralizzabile con un semplice click), da dimenticare che ne esistono di altri e ben più pericolosi. Internet ad esempio o i videogiochi; questi ultimi poi hanno dei bollini con i divieti in base a varie fasce di età, ma credete davvero che al negoziante importi qualcosa? Stessa cosa per i libri. Cosa impedisce ad un bambino di andare in libreria e comprarsi un romanzo di Melissa P.? Non che sia chissà che, ma le tematiche trattate hanno poco a che vedere con “Koda fratello orso”! Ma questo è un caso limite, un bambino si recherà in libreria solo se costretto o se desideroso di dar fuoco a qualcosa. Pensiamo ai fumetti allora, uno dei canali comunicativi più diffusi. Mostrare Angel che si trasforma in vampiro è male, ma leggere di un personaggio che squarta la gente è edificante. Eh sì, il bambino coglierà di sicuro le diverse sfumature.

Tra l’altro continuo a parlare di bambino come un’entità astratta, come il simbolo dell’innocenza. Peccato che quest’innocenza vada in malora sempre più presto. Tempo fa, al supermercato, mi è capitato di vedere un bambino di circa sei anni che cercava di picchiare la sorellina (o almeno immagino lo fosse). Gridava qualcosa del tipo “ti taglierò i chakra e ballerò sul tuo sangue”, di “Narutiana memoria”.

Viva l’innocenza!

PS: non c’entra niente ma stasera vado a vedermi Avatar. Spero sia decente… e spero anche che non ci siano scene violente, potrei restare traumatizzato e chiamare il Moige!

Discussion10 Comments

  1. imp.bianco scrive:

    In realtà l’anagramma del MOIGE vuol dire “Movimenti Organizzato Idioti Genicamente Estremisti” XD

    X-Bye

  2. iri scrive:

    Quoto Impo… e poi se il Moige non è intervenuto per censurare il tuo libro come si fa a prendero sul serio? :D

  3. Andrew scrive:

    Che stronzata.

  4. Lauryn scrive:

    ma pensa te…invece di controllare loro i figli…posso capire se lo trasmettessero su Boing o su canali dedicati ai bambini, ma Rai4 è per tutti, questa è una cagata bella e buona.

    ps detto fra noi non amo molto Angel, se lo tolgono non mi dispiace ahahahhahah scherzo :D

  5. Andrea scrive:

    Si vede una tetta, come dice l’articolo che hai linkato, e tutti a saltar su sulle sedie.
    Ma poi, alle 13 e alle 20 mostrano cadaveri sepolti dalle macerie come se fosse un documentario sulla decimazione dei girini, prima che diventino rane.

    A me questo tipo di moralisti del sesso sembrano un branco di frustrati che hanno un pessimo rapporto col sesso e con il proprio corpo. Se si muovessero per le cose serie, ma quelle serie davvero, allora gli perdonerei queste. Ma se si muovono con gran baccano soltanto per queste…

    Che società triste.

  6. Luca Centi scrive:

    @imp: mi piace la nuova sigla!

    @iri: hai perfettamente ragione, gli è proprio sfuggito! :D

    @Andrew: quoto :/

    @Lauryn: tra Buffy e Angel preferisco la prima anch’io :D Ma è una questione di principio, basta con queste censure inutili! ^^

    @Andrea: mi hai tolto le parole di bocca. Meglio vedere il plastico di una carneficina su raiuno che un telefilm fantasy. Eh già, questi son problemi!

  7. tanabrus scrive:

    Son decenni che mostrano accoppiamenti selvaggi e incesti all’ora di pranzo su Beautiful, ma siccome quelli del Moige lo guardano allora va bene.
    Le pubblicità mostrano seni per vendere perfino le bic, oramai, ma quello è marleting e va bene.
    Ogni film ha scene di nudo e di violenza, ma va bene.
    Hanno rotto le palle per anni dicendo che noi cresciuti a robottoni, arti marziali e “uatatatatatatatatatatatà” di Hokutiana memoria saremmo diventati psicopatici delinquenti rissaioli e sterminatori di persone… beh, per ora non mi sembra che cartoni, iperviolenza e metallo mi abbiano reso un satanista fervido massacratore di bambini e di morale.

    Tempo fa criticavano che in qualche secondi di Dragon Ball il piccolo Goku correva nudo: istigazione alla pedofilia.
    Mi stupisce che a suo tempo non rompessero su Occhi di Gatto (che con quei body chiaramente istigavano chessò io, alla prostituzione), su Mila e Shiro (abiti troppo succinti, quelle pallavoliste! In burka, e subito!), su Sampei (ma si scherza??? Parlare di un ragazzo cui il padre, a pesca, per sbaglio cava l’occhio con l’amo???? Via, via, tagliare tutto!)…

    Ma se giocassero a fare bungee jumping dal Pirellone senza corda di sicurezza, non si divertirebbero di più?

  8. Merphit Kydiillis scrive:

    A che punto siamo arrivati…
    Se il MOIGE fosse una persona, la definirei stupida ed ignorante. Stupida perché pretende di avere ragione sulle loro “seghe mentali”, vedendo così Naruto tagliuzzato senza che usi uno shuriken… Ricordo che, da piccolo, litigavo con mia madre perché non mi faceva vedere Masker Rider (eppure mi faceva vedere la prima serie dei Power Rangers, che era più o meno la stessa cosa). Grazie al Caos Strisciante, esiste YouTube con tanto di episodi sottotitolati in italiano senza censure… ed i bambini usano internet…

    Ed ipocrita perché ci sono dei programmi che quellì sì andrebbero denunciati, ma i genitori vogliono il televisore tutto per sé… Per non parlare dei valori che vengono percepiti e trasmessi: raccomandati, scandali, venduti, evasioni fiscali, pubblicità “lecchina” e via discorrendo.
    Viva il Macchiavelli che era sincero: se potessi, andrei a regalare ai figli del MOIGE “Il Principe”. Tanto prima o poi dovranno studiarlo a scuola…

    Per la cronaca: Avatar è stato “denunciato” perché istiga al fumo (c’era una scena in cui una donna fumava)

  9. Luca Centi scrive:

    Merphit Kydiillis, prima di tutto benvenuto.

    Che il Moige sia ottuso e superficiale è un dato di fatto. E’ composto in gran parte da donne sulla cinquantina/sessantina, donne vecchio stampo che faticano a stare al passo con i tempi. Donne che, sicuramente, vieteranno ai loro figli di leggere Wilde o di guardare cartoni giapponesi. Perché Wilde rappresenta l’amore per il diverso mentre l’oriente è la patria di tutto il male.

    Riguardo ad Avatar, posso dire solo una cosa: piccolo capolavoro. Piccolo perché poteva sicuramente essere curato di più a livello di sceneggiatura, ma capolavoro perché visivamente è eccezionale. E la mitica dottoressa, fumatrice accanita, a tutto mi ha fatto pensare meno che a fumare. A che punto siamo arrivati…

  10. She scrive:

    “Son decenni che mostrano accoppiamenti selvaggi e incesti all’ora di pranzo su Beautiful, ma siccome quelli del Moige lo guardano allora va bene.”

    Hahahaha!! Parole sante!
    Comunque forse è grazie ai movimenti come questo (che di sicuro non esistono soltanto in Italia) che ad esempio in molti telefilm non ci dicono parolacce, non c’è il sangue, i protagonisti scoppano con la mente perchè il sesso non si vede da nessuna parte e così via. Comunque viviamo in un mondo mediocre, tanto il 2012 eccolo! :-O

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>