2010: Buoni Propositi

2010Ci siamo, è arrivato il fatidico momento. Il 2010 è qua, tra noi, un ospite indesiderato per alcuni, un’ancora di salvezza per altri. Io faccio parte della seconda categoria. Questo 2009 è stato sconvolgente sotto tanti punti di vista: sociale, comunicativo, geografico, letterario, emotivo ecc. Quello che conta però è imparare dai propri errori ed impegnarsi a commetterne di nuovi! D’altro canto sarebbe presuntuoso credere che non si cadrà più nella vita, giusto?

E dopo questo “prologo” più o meno ispirato, tiriamo le somme. Ovvero: ringraziamo. Sono così tante le persone da ringraziare, ma proverò lo stesso a citarle tutte (non me ne vogliano quelle di cui – certamente – mi dimenticherò):

Grazie alla mia famiglia che, più o meno, mi sta sempre accanto.

Grazie agli amici che mi sopportano sempre, anche se in alcuni momenti io per primo non riesco a sopportarmi.

Grazie alla mia editor, Francesca Lang, che mi ha permesso di muovere i primi passi in questo mondo.

Grazie ovviamente anche al resto della Piemme, persone splendide e sempre disponibili…  e a Giulia, che guida come poche!

Ma il grazie più grande, ancora una volta, va a voi. Voi che mi state leggendo, voi che mi avete letto, voi che mi amate/odiate, che bazzicate qui di tanto in tanto. Il vostro supporto è formidabile, le vostre email riescono sempre a darmi il buonumore.

Ok, mi riprendo. Parliamo di Buoni Propositi. Ce ne sono talmente tanti che cercherò di ridurli ad una manciata:

1. Riuscire a laurearmi entro Aprile.

2. Fare un bel viaggio con gli amici dopo la laurea. Magari “tutti i castelli Scozzesi!”.

3. Continuare a scrivere sempre – e a pubblicare, of course!

4. Trovare un motivo diverso dal “Ha anche l’applicazione torcia!” per comprare l’iphone.

5. Vincere il pregiudizio sugli ebook e vivere sereno.

6. Crescere professionalmente e caratterialmente.

7. Trasferirmi.

Voilà, l’ho detto. Sette buoni propositi e circa due mesi l’uno per realizzarli. Ce la farò? Speriamo di sì! E voi invece? Cosa vi lasciate alle spalle e cosa sperate di trovare, una volta svoltato l’angolo?

21 Comments

Leave a Reply

Required fields are marked*