Alice su Syfy e la Posta Smarrita

aliceTorno a scrivere finalmente tranquillo. Questa settimana è stata assurda, con tremila cose da fare e poco tempo per farle. Prima di tutto gli esami: alcuni sono andati bene, altri… non tanto bene. Ma niente mi impedirà di laurearmi per marzo/aprile 2010! Ok, ora me la sono tirata da solo. Poi ci sono state le lettere perse o tornate indietro. Tempo fa spedii a un lettore una lettera e poco dopo lui mi disse che non era arrivata. Ora, non so se col passare dei giorni la situazione si sia risolta, ma se così non fosse conosco finalmente il motivo.

Qui a L’Aquila le poste non funzionano più benissimo. Estratti conto di marzo arrivano solo ora, assieme a lettere e cartoline di aprile e maggio. Assurdo. Non mi stupirei se da un momento all’altro mi arrivasse il famoso pacco con le mie copie staffetta (a suo tempo perso irrimediabilmente!).

Ma passiamo a cose più piacevoli. Ho appena visto una miniserie in due puntate (di un’ora e mezza ciascuna) intitolata “Alice”. Il canale, Syfy, è riservato a serie particolari, che spaziano dalla fantascienza al cyberpunk. Questa “Alice” non fa eccezione. Se avete amato “Alice nel paese delle Meraviglie” e aspettate disperatamente l’uscita del film di Tim Burton, questa serie fa al caso vostro. I presupposti ci sono tutti: Alice è un’insegnante di Karate, a cui il ragazzo sta per fare una proposta di matrimonio. Poi però il ragazzo viene rapito, da un uomo davvero strano: non avrà la coda da Bianconiglio, ma i suoi lunghi capelli bianchi sono divisi in due ciocche che ricordano molto un paio di paffute orecchie. Passando attraverso uno specchio, Alice si ritrova così nel paese delle meraviglie, un regno dove gli uomini sono resi schiavi, costretti a provare tutti i tipi di emozione possibili; emozioni che vengono poi imbottigliate e vendute al migliore offerente. Aiutata dal Cappellaio Matto, Alice cercherà di ritrovare Jack e sconfiggere la Regina di Cuori.

Cosa dire di più? Vogliamo parlare del magnifico cast? Al di là della bravissima Caterina Scorsone nel ruolo di Alice, splende su tutti l’inquietante Kathy Bates, l’indimenticabile villain di “Misery non deve morire”. Nel sentirla gridare “tagliatele la testa”, avrete di sicuro i brividi! Altri attori, di tutto rispetto, sono poi Tim “Dodo” Curry, Andrew-Lee “Hatter” Potts e  Philip “Jack of Hearts” Winchester.

Vi consiglio quindi la visione di questo gioiellino natalizio.

18 Comments

  1. Alice aspetta sul mio pc, la userò per rilassarmi stasera o domani sera 😀

    p.s. Luca, se ti piace Alice (e aspetti anche il libro di Dimitri) prova a dare una possibilità ai libri di Beddor… ho letto il primo e non è male, a parte qualche ingenuità da “supercattivo troppo sicuro di sé”. Solo che sono solamente in inglese, per ora…

  2. Io non aspetto semplicemente il libro di Dimitri. Io lo aspetto con ansia! Dopo Pan sono in crisi d’astinenza! XD
    Su Beddor potrei farci un pensierino; solo che essendo in inglese dovrei avere il dizionario sotto mano (di sicuro ci saranno parole assurde incomprensibili nonostante il contesto) e rischierei di stressarmi. Casomai non appena sono sicuro di essermi lasciato lo studio alle spalle (il 21 saprò qualcosa di francese e potrò tirare – forse – un sospiro di sollievo!).

    PS: Poi dimmi cosa ne pensi della miniserie Syfy. A me è piaciuta tantissimo!

  3. E’ una bellissima miniserie, l’ho consigliata pure a Francesco Dimitri! Kathy Bates è stupenda come Regina di Cuori. Poi sai cosa era bello? Come era rappresentato il Paese delle Meraviglie, gli effetti speciali erano buoni per essere quelli di una miniserie…

    E’ triste pensare che in Italia una cosa del genere non potrebbe mai essere prodotta…

    Ah ti consiglio anche le due miniserie che in UK hanno tratto dai lavori di Pratchett 😀

    X-Bye

  4. In Italia non riescono a fare niente che esuli dalle divise delle forze dell’ordine XD

    Pensiamo ad esempio a Buffy, la cui prima stagione è del 1996! Gli effetti speciali (se così vogliamo chiamarli), sono osceni e brutti. Ecco, in Italia ancora non arriviamo a quel livello, e parliamo di ben 13 anni fa! O_O

    PS: Consiglio accettato!

  5. Io devo ancora vederla Alice ma me ne hanno parlato tutti benissimo!!! Ho preso appena i sub, corro a vederla!

  6. Bè per quanto riguarda il discorso degli effetti speciali non sono molto d’accordo. In italia qualcosa di decente è stato fatto, mi riferisco a Fantaghirò, d’accordo non è un capolavoro ma se pensaimo che si parla dei primi anni 90 (1991-1996) direi che non è male.
    Il brutto è che poi in italia ci siamo fermati e non è più stato fatto niente di simile…

Leave a Reply

Required fields are marked*