Florence + The Machine

by · aprile 12, 2012

I Florence + The Machine sono una band inglese che ha esordito nel 2009 con l’album Lungs, cui ha fatto seguito, nel 2011, l’album Ceremonials. Questa è l’unica cosa corretta che si può leggere su Wikipedia, se si escludono le informazioni tecniche. Sull’enciclopedia online si parla di indie rock, soul, ma sono solo cavolate. I Florence + The Machine hanno uno stile che definire unico è dire poco. Ci sono canzoni che possono rientrare nel pop ma anche canzoni che non sfigurerebbero in Fallen degli Evanescence. Il merito non è solamente della voce particolarissima della cantante, una voce “normale”, che riesce però a dare un’intensità unica alle canzoni, senza mai strafare, senza mai voler dimostrare qualcosa. La musica poi è coinvolgente e inquietante al tempo stesso. Tanto per dirne una, a me alcuni arrangiamenti fanno pensare alle atmosfere gotiche del primo Tim Burton (pre Alice per intenderci), a luoghi asfittici, in cui si ha la sensazione di affogare. Non a caso la stessa cantante ha dichiarato di amare le opere di Edgar Allan Poe e la cultura “dark” in generale. Ma basta leggere il testo di una canzone a caso per rendersi conto della potenza evocativa dei suoi versi:

Never Let Me Go

And it’s peaceful in the deep,
Cause either way you cannot breathe,
No need to pray, no need to say
Now I am under

And it’s breaking over me,
A thousand miles down to the sea bed,
I found the place to rest my head.

Never let me go, never let me go.
Never let me go, never let me go.

And the arms of the ocean are carrying me,
And all this devotion was rushing over me,
And the question of heaven, for a sinner like me,
But the arms of the ocean deliver me.

Al momento una delle canzoni più belle resta Shake It Out, che avrà pure un arrangiamento più “commerciale” (anche se quando si parla dei Florence + The Machine questo termine va preso con le pinze), ma poggia su parole meravigliose. Parole semplici, come ho già scritto, ma che dipingono un’immagine nitida. Perfetta.

Regrets collect like old friends
Here to relive your darkest moments
I can see no way, I can see no way
And all of the ghouls come out to play

And every demon wants his pound of flesh
But I like to keep some things to myself
I like to keep my issues strong
It’s always darkest before the dawn

And I’ve been a fool and I’ve been blind
I can never leave the past behind
I can see no way, I can see no way
I’m always dragging that horse around

And our love is pastured such a mournful sound
Tonight I’m gonna bury that horse in the ground
So I like to keep my issues strong
But it’s always darkest before the dawn

Filed under: Musica

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>